Skip to content

ANTIOCHMISSIONASIA.INFO

Condividi i file con i tuoi amici. Blog italiano per studenti in cerca di archivi.

MODULO PRECOMPILATO 730 SCARICA


    Contents
  1. Il 730 precompilato da oggi si può modificare e inviare
  2. Modello / I Documenti da Presentare / Unionteleo
  3. Novità 730 2019
  4. Dichiarazione dei redditi MODELLO 730

La dichiarazione precompilata che l'Agenzia delle Entrate mette a tua del modello Redditi precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo del Il modello e le istruzioni sono stati modificati con provvedimento del 19 marzo - pdf. Modello e istruzioni: aggiornati al 19 marzo Modello / Il modello e le istruzioni sono stati modificati con provvedimento del 19 marzo Modello e istruzioni: aggiornati al 19 marzo Modello / Di seguito le indicazioni per accedere alla dichiarazione precompilata con le da seguire per accedere dell'applicazione della dichiarazione precompilata. Modello precompilato , guida completa: novità, documenti necessari e È possibile scaricare qui la versione del Modello , con relative.

Nome: modulo precompilato 730
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:59.69 MB

Il modello precompilato è al completo. In tal caso i contribuenti potranno inviare autonomamente la propria dichiarazione dei redditi, senza la necessità di rivolgersi ad un CAF o ad un intermediario. Possono usare il modello precompilato tutti i soggetti autorizzati a presentare la dichiarazione dei redditi con il ordinario, come ad esempio pensionati, lavoratori dipendenti e disoccupati. Resta ferma la possibilità per il contribuente di aggiungere ulteriori spese ed oneri ammessi in detrazione fiscale, nonché correggere gli errori riscontrati.

Scendiamo ora nel dettaglio e vediamo quali sono le istruzioni per accedere e visualizzare il modello precompilato , come si modifica e quali sono le date da tenere a mente. Conviene presentare il precompilato? Vantaggi e svantaggi Una delle domande che molti si pongono riguarda i reali vantaggi della dichiarazione già parzialmente predisposta dal Fisco.

Continua a leggere Spetta un credito d'imposta per le somme trattenute nel Paese estero. Sono pensioni estere quelle corrisposte ad un residente in Italia, da un ente pubblico o privato di uno Stato estero, a seguito di lavoro prestato in quello Stato. Continua a leggere Il trattamento di fine rapporto non deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi Non va dichiarato.

Il datore di lavoro, infatti, al momento dell'erogazione, applica una ritenuta a titolo d'acconto; successivamente l'Amministrazione finanziaria richiederà la tassazione definitiva. Continua a leggere Il valore del bonus energia elettrica è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia anagrafica. Alcune borse di studio sono esenti da imposte.

La normativa fiscale applicabile alle borse di studio prevede generalmente l'imponibilità delle somme erogate. Continua a leggere I contributi versati per i collaboratori domestici sono deducibili dal reddito L'assunzione di un collaboratore domestico o di un assistente familiare presuppone che si rispettino determinati obblighi di legge.

Il 730 precompilato da oggi si può modificare e inviare

Continua a leggere Sono detraibili i premi per le assicurazioni aventi come oggetto il rischio di morte, di invalidità permanente e di non autosufficienza.

Due i principi fondamentali da tener d'occhio: l'obbligo scatta nel caso in cui si siano verificate delle variazioni non conoscibili dal Comune e quando vengono applicati degli sconti d'imposta.

Il beneficio sarà applicabile non solo sugli immobili locati e assoggetati ad Irpef, ma anche alle prime case e alle abitazioni sfitte.

La dichiarazione dei redditi è lo strumento che permette al contribuente di effettuare l'autoliquidazione dell'IRPEF. I redditi che costituiscono base imponibile ai fini Irpef sono: i redditi derivanti dal possesso di terreni e fabbricati; i redditi di capitale; i redditi da lavoro dipendente e assimiliati; i redditi da lavoro autonomo; i redditi d'impresa; i redditi diversi.

Per usufruire della detrazione è necessario che il documento che certifica la spesa sia intestato al contribuente che ha effettuato il pagamento. Continua a leggere Sono detraibili le spese sostenute per l'acquisto di veicoli e motoveicoli per il trasportop dei portatori di handicap La detrazione spetta nel limite massimo di euro La tassa ha una natura patrimoniale ed è dovuta in proporzione ai giorni di detenzione ed alla quota di possesso, nella misura dell'1 per mille per il , dell'1,5 per mille per il , e del 2 per mille a decorrere dal Continua a leggere Nel nuovo Isee potranno non essere inseriti i redditi già dichiarati nel Seconda delle quattro puntate del nostro approfondimento sulla riforma dell'indicatore: tranne che in alcuni casi particolari si potrà presentare una Dsu standard semplificata.

Continua a leggere Le erogazioni liberali a movimenti politici, Onlus, associazioni sportive, ecc. Ve ne sono di diversi tipi: da quelle per le associazioni di promozione sociale, a quelle in favore degli istituti scolastici, fino a quelle per gli enti dello spettacolo.

Ecco le donazioni detraibili dal Sono incluse nel beneficio non solo le spese riconducibili ai lavori veri e propri, ma anche quelle relative all'acquisto dei materiali, alla progettazione e alle prestazioni professionali. Continua a leggere Sono detraibili gli importi relativi ad analisi, medicinali, dispositivi e prestazioni chirurgiche Sullo stesso rigo devono essere inoltre indicate, se sostenute per sé e per i familiari a carico, le spese sanitarie relative a patologie esenti dalla partecipazione alla spesa sanitaria pubblica.

Continua a leggere Per tutti i contratti di locazione vi è l'obbligo di registrazione presso qualunque ufficio delle Entrate. Il termine per regolarli è di 30 giorni dalla data di stipula.

Prima delle quattro puntate del nostro approfondimento sulla riforma dell'indicatore: di per sé il metodo di calcolo non cambierà; cambieranno le voci di reddito incluse nel conteggio. Continua a leggere E' ammessa la detrazione della spesa sostenuta per l'acquisto dell'autovettura per il trasporto dei disabili.

Modello / I Documenti da Presentare / Unionteleo

Continua a leggere Di norma le somme percepite a titolo di borsa di studio o di assegno, premio o sussidio per fini di studio e di addestramento professionale, costituiscono redditi imponibili ai fini Irpef. In entrambi i casi si applica il regime di tassazione ordinario. Al contrario non costituiscono reddito i rimborsi riferiti alle spese sostenute all'esterno della sede di lavoro.

Continua a leggere In generale l'abitazione principale è esente dall'obbligo della dichiarazione Imu.

Novità 730 2019

Fanno eccezione le coppie sposate che vivono in immobili diversi nello stesso Comune e gli ex coniugi assegnatari della casa coniugale. Continua a leggere Le modalità di integrazione della dichiarazione dei redditi sono diverse a seconda che le modifiche comportino o meno una situazione più favorevole per il contribuente.

Continua a leggere Il Modello Unico deve essere presentato da chi è tenuto a fare sia la dichiarazione dei redditi sia la dichiarazione IVA. Deve presentare la dichiarazione in forma unificata chi è tenuto a presentare sia la dichiarazione dei redditi sia la dichiarazione IVA. L'aliquota agevolata, oltre a essere applicata sui lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria che sia , interessa anche l'acquisto dei beni, sempre se effettuato dalla stessa ditta che esegue l'intervento.

Per usufruire del beneficio, occorre essere in possesso della documentazione che certifica la spesa fattura, parcella, ricevuta quietanzata o scontrino. Dal 2 maggio è possibile: accettare, modificare e inviare la dichiarazione precompilata all'Agenzia delle Entrate direttamente tramite l'applicazione web. I termini che scadono di sabato o in un giorno festivo sono prorogati al primo giorno feriale successivo. Ma entro quando andranno versate le imposte?

Dichiarazione dei redditi MODELLO 730

Vediamo qui di seguito principali scadenze del precompilato Sempre entro tale data il contribuente dovrà comunicare al sostituto d'imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore. Per il precompilato, le modalità di rimborso o trattenuta avvengono con le stesse modalità del ordinario.

Il datore di lavoro o l'ente pensionistico effettua i rimborsi Irpef o effettua le trattenute, a partire dalla retribuzione di competenza del mese di luglio. Per i pensionati queste operazioni sono effettuate a partire dal mese di agosto o di settembre anche se è stata richiesta la rateizzazione.

La seconda o unica rata di acconto Irpef e cedolare secca viene trattenuta nel mese di novembre. Contribuente precompilato senza sostituto d'imposta. Se il contribuente ha fornito all'Agenzia le coordinate del suo conto corrente bancario o postale codice Iban , il rimborso viene accreditato su quel conto.

Il meccanismo è più semplice di quanto si possa pensare. Quindi è bene sapere che per accedere al precompilato con il Pin Inps è necessario possedere il codice PIN Inps di tipo dispositivo. Tra i servizi disponibili sicuramente la possibilità di compilare autonomamente la propria dichiarazione dei redditi o anche è di fondamentale importanza. Come si richiede il codice PIN?

La password iniziale e la seconda parte del codice Pin saranno inviate per posta al tuo domicilio.

La seconda parte, insieme alla password iniziale, sarà poi inviata per posta domicilio del contribuente. A questo punto si possono verificare due casi: il dovrà essere integrato o corretto, il precompilato non presenta errori o dati incompleti.

Se, invece, alcuni dati del precompilato risultano non corretti o incompleti, il contribuente è tenuto a modificare o integrare il modello , ad esempio per aggiungere un reddito non presente. Una volta corretto il , qualora sia necessario, verrà messo a disposizione del contribuente un nuovo modello e un nuovo modello con i risultati della liquidazione effettuata in seguito alle modifiche apportate dal contribuente.

Una volta trasmesso, nella stessa sezione del sito internet viene messa a disposizione del contribuente la ricevuta di avvenuta presentazione. Su ciascuna busta vanno riportati i dati del coniuge che esprime la scelta. Il contribuente dovrà conservare tale documentazione per far fronte ad eventuali errori. Il contribuente deve consegnare la scheda anche se non esprime alcuna scelta, indicando il codice fiscale e i dati anagrafici.

Inoltre, il contribuente dovrà esibire al Caf o al professionista abilitato una copia della documentazione necessaria per verificare la conformità dei dati riportati nella dichiarazione precompilata rispetto alla documentazione in possesso dal contribuente.

Gli originali verranno conservati dal contribuente. Quindi cosa portare al Caf per precompilato?