Skip to content

ANTIOCHMISSIONASIA.INFO

Condividi i file con i tuoi amici. Blog italiano per studenti in cerca di archivi.

SCARICA FOTO CELL NEC E232 PC


    Contents
  1. Talk:Jim Zespy
  2. usb cavo dato nec: |
  3. Telefono Cellulare per Anziani Nokia 2610 Black Nuovo
  4. e616 sblocco

Stavi pensando anche tu a una soluzione del genere ma, non essendo un grande esperto di tecnologia, non sai come scaricare foto dal cellulare al PC?. Trasferisci le foto da un telefono iPhone o Android al PC. a queste foto o video dal PC, puoi usare un Web browser per scaricare le foto e i. Tutto sul cellulare nec ni, recensione, prova, scheda tecnica foto, opinioni, software, giochi, suonerie, forum, prezzi e offerte di nec ni. Connessioni pc, Infrarossi, cavo usb All'inizio sembra perfetto, poi scopri che: per scaricare gli mp3 ti serve il cavo che costa un sacco e quindi non ascolti proprio niente a meno. Tutto sul cellulare nec i, recensione, prova, scheda tecnica foto, opinioni, software, giochi, suonerie, forum, prezzi e offerte di nec i. Connessioni pc, Cavo usb Download suonerie, Si NEC Ni · NEC i · NEC Ni · NEC E · NEC E · NEC E · NEC E · NEC E · NEC E · NEC Ni . Nec Pc Nokia Nokia Usb E Cavo Dato Cavo Usb Nec Dato Cavo i Feedback: () 99,6% CAVO DATI USB NEC i e e 21i 22i + NUOVO + GC5 Cavo usb per telefono cellulare Nec N i da poter scaricare le foto fatte.

Nome: foto cell nec e232 pc
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:54.44 Megabytes

Consiglio su come buttare i soldi.. O un SE piu piccolo??? File divx e 3gp su , come li leggo? Siti per Notizie. Info sulla Sbrandizzazione del Gx Nokia a euri? Problema di ricezione MMs Kazaa:come trovare le suonerie? Consiglio x acquisto memory stick magicgate? Cell Z!

Adattatore Bluetooth Help e sms!!!

Modifica foto, taglia e ridimensiona foto e cancella gli oggetti indesiderati dalle foto. Il software ha una serie di strumenti per gestire i dati. Installa ora per proteggere la tua privacy.

Ma quello che lo distingue è la velocità di conversione e la possibilità di copiare anche DVD protetti. Sul lato. Nello specifico, la visura camerale per i titolari di ditte individual i consente di conoscere:. Registro imprese locali — Servizio Parix. Analisi dei bilanci depositati — Servizio inBalance. Ogni paese ha il suo sistema di registrazione dei dati di sintesi delle imprese sul proprio territorio, per cui non è possibile avere un esatto equivalente della visura camerale italiana.

Con questa opzione si possono inviare mail fino a 20 GB e salvare i file fino a 14 giorni oppure utilizzando un apposito codice si possono mantenere nel sistema fino a 6 mesi.

Come Funziona Richiedere un anticipo sul Trattamento di fine rapporto, più noto come liquidazione, per motivi personali consente. Molti di voi avranno notato che nei computer Mac di Apple , il font Helvetica è già presente , di conseguenza non avremo bisogno di scaricare nulla in questo caso.

Talk:Jim Zespy

Ma devono considerare come fondamentali altri elementi quali i colori, i copy e la loro typography. Il font, ribattezzato Neue Haas Grotesk , si distingue per la sua chiarezza e per la forma neutra che non comunica altri messaggi.

Ottobre 16th, Ottobre 14th, Ottobre 13th, Se sei alla ricerca di uno strumento con il quale cercare su Internet qualsiasi tipo di risorse, allora hai Read More. Solo a mia mamma piace!!! Secondo me fa schifo!!! Non riesco a trovare il programma download per nec i che mi permette di scaricare, con il cavo usb, gli sms ed altro. Registrati nella community di Tecnozoom per accedere sempre con un unico nickname e avatar.

Inoltre potrai conoscere nuovi amici, scambiare messaggi e partecipare alla vita della community. Se sei gia' registrato effettua il Login. Inserisci il codice visualizzato nella immagine sopra obbligatorio. Tutte le marche. Come sempre, il prezzo previsto per la nostra proposta è inferiore a tutte le altre soluzioni. Non sono stati rile- vati particolari problemi legati al calore, visto la presenza di una ventola da mm sulla parte posteriore dello chassis destinata all'espulsione di aria calda.

Compatte, economiche e con costi di gestione contenuti soddisfano diverse esigenze. Le grosse stampanti dipartimenta- li dalle innumerevoli funzioni hanno poco senso quando si stampano pochi documenti di testo in bianco e nero conte- nenti al massimo qualche pic- cola immagine o un semplice grafico. In caso di problemi ri- chiedono quasi sempre l'inter- vento di un tecnico specializza- to.

Le stampanti personali sono molto meno eclettiche ma più facili da gestire. In preponderanza si tratta di stampanti GDI Graphics Device Interface , dipendenti dal siste- ma operativo, il quale invia le informazioni pronte per la stam- pa senza richiedere elaborazio- ni aggiuntive alla stampante.

usb cavo dato nec: |

Le stampanti GDI sono economi- che perché hanno il minimo ne- cessario di elettronica e mecca- nica per il funzionamento. Di contro non c'è la possibilità di aumentarne le funzionalità o capacità, per esempio l'aggiun- ta del modulo per la stampa su fronte e retro del foglio o di me- moria. Il pannello di controllo è ridotto ai minimi termini, un pulsante o due e qualche spia di segnalazione. Driver e software a corredo si fanno carico della gestione segnalando l'approssi- marsi dell'esaurimento del to- ner, indicando con precisione la fonte dell'eventuale malfunzio- namento e anche i passi da in- traprendere per la soluzione.

Le laser personali supporta- no un discreto carico di lavoro mensile e possono essere utiliz- zate come stampante principale o ausiliaria, per esempio per la stampa di lettere o circolari standard affiancata a una getto d'inchiostro.

Nelle pagine di testo meglio delle inkjet Nella stampa dei caratteri su carta normale la qualità rag- giunta da una stampante laser è ineguagliabile. Un altro punto in cui le stampanti a getto d'inchio- stro cedono il passo è nell'eco- nomia di stampa. Facciamo un esempio: la cartuccia toner di una laser con un'autonomia di 6. Inoltre con i to- ner delle laser non si hanno pro- blemi di ostruzione delle testine causa l'essiccamento dell'in- chiostro, a seguito di un lungo periodo di inutilizzo.

L'interfaccia per la connes- sione al computer più utilizzata è l'USB in entrambe le versioni, 1. Nelle nostre prove non abbiamo riscontrato differenze di prestazioni. Il motivo è dovu- to alla natura dei documenti stampati, semplici e di piccole dimensioni al massimo di un paio di centinaia di KB, troppo poco per mettere in crisi anche la più lenta delle due. L'installazione originale con solo i driver necessari al funzionamento del sistema operativo è stata copiata in una partizione separata e ripristinata ad ogni prova.

Ogni stampante è stata installata con i driver presenti nella confezione, seguendo le istruzioni di installazione. Abbiamo collegato le stampanti ad un Wattmetro digitale per misurare il consumo di picco e nella condizione di Stand by.

I documenti utilizzati per la prova sono tre. Uno contenente un'immagine di gradazioni tonali di nero e grigio per la valutazione della capacità tonale della stampante e per valutare la qualità del riempimento.

Un file testo di due pagine con parole in grassetto o corsivo o tutti e due gli attributi insieme e diverse dimensioni e font dei caratteri, usato per la valutazione della qualità di stampa per i caratteri e la velocità di stampa.

Un file di tre pagine con poco testo e alcune immagini, usato per la valutazione della qualità e velocità di stampa con documenti misti immagine e testo. Per il primo file la stampante è stata impostata alla qualità massima mentre per gli altri due si sono utilizzate le impostazioni predefinite.

Il produttore dichiara una velo- cità per il motore di stampa di 16 pagine al minuto e un'auto- nomia per il toner di 2. Sopra al vassoio è presente una feritoia per l'inserzione ma- nuale della carta.

Il consumo in modalità stand by è di 24 W mentre quello di picco sfiora i quattro KW. È consigliata per situazioni di stampa continua in cui il rullo riscaldante che fissa il toner sulla carta è quasi sempre vicino alla temperatura ottimale e gli bastano pochi istanti per raggiungerla.

Le spie Toner, Drum e Paper del pannello comandi segnala- no rispettivamente il quasi esaurimento dei primi due e l'inceppamento spia lampeg- giante o la mancanza di carta spia fissa. La velocità di stampa rile- vata è molto buona, pari e tal- volta superiore a quella di stampanti molto più costose.

Stesso discorso per il tempo di stampa partendo da una condizione di Stand by. I carat- teri sono riprodotti con una qualità superiore a quella che ci si aspetterebbe da una stam- pante di questa fascia.

Le imperfezioni presenti ai bordi dei caratteri sono conte- nute e lo spessore è giusto. Nel- lo stampato di prova anche i caratteri più minuti sono leggi- bili facilmente. Le immagini stampate alla risoluzione di DPI sono ri- prodotte con le varie tonalità di grigio distinguibili.

Il maggiore costo del ricam- bio rispetto ad una cartuccia con solo toner è compensato dall'eliminazione del cambio del tamburo dalla lista delle operazioni di manutenzione. In pratica sulla LBP non si interviene fino al termine della sua vita operativa.

Canon enfatizza il basso con- sumo di energia elettrica e l'af- fermazione trova riscontro nei test di misura della potenza as- sorbita in cui abbiamo rilevato i valori più bassi in assoluto tra le stampanti in prova.

La LBP-1 qualche secon- do dopo il termine della stam- pa o un momento di inattività entra in modalità Stand by per ridurre il consumo. Per questo i tempi di stampa normale e di stampa a partire da una condizione di Stand by sono identici. Con una velocità del motore di stampa di 10 pa- gine al minuto è la più lenta del gruppo, per stampare le 10 co- pie del documento di tre fogli ci sono voluti tre minuti e tre- dici secondi, la peggiore pre- stazione. Il livello di dettaglio di im- magini e testo è sempre soddi- sfacente.

La LBP-1 è la stam- pante ideale quando si ha un basso volume di stampa con numerosi momenti di inatti- vità. Il caricatore dei fogli in posi- zione verticale ha una capacità limitata di fogli, il raccogli- tore sempre verticale appena di Al prezzo base di 1 18,80 euro si deve aggiungere la commis- sione di consegna, come chia- ma Dell la spedizione, di 21,60 euro per un totale di ,40 eu- ro. Un prezzo che la porta a competere con stampanti dalle caratteristiche superiori e la svantaggia rispetto alle stam- panti di pari caratteristiche dal prezzo simile escluse le spese di trasporto.

Acquistare quindi la 1 come pezzo unico non è conveniente mentre il discorso cambia se è parte di una forni- tura. La cartuccia di toner fornita in dotazione iniziale ha una ca- pacità di stampa di 1. La connessione USB segue lo stan- dard 1. Nei ri- sultati delle prove la limitazio- ne di velocità non è visibile, in quanto i documenti che abbia- mo usato per le prove, scelti in base alla filosofia di prova di stampanti per uso personale, non sono di grandi dimensioni e di conseguenza la quantità di dati inviati dal computer alla stampante è modesta.

Scheda prodotto Nome: Produttore: Dell www.

Altrettanto discreta è la qualità di stampa. Lo sportello sul frontale è il ca- ricatore dei fogli, la capacità è di fogli mentre il raccogli- tore ricavato nel piano supe- riore ne accoglie Il consumo in Stand By è di 17 W, quello di picco quando agiscono contemporaneamen- te il meccanismo di scrittura sul tamburo, il trascinamento del foglio e il riscaldamento dell'unità di fissaggio del toner sulla carta raggiunge i 2. Il driver visualizza ad ogni stampa il livello del toner e lo stato della stampante.

Un collegamento sul desk- top collega direttamente alla pagina del sito di Dell per l'or- dinazione del ricambio. La risoluzione massima di stampa della EPL è di 1. La EPL ha una modalità di stampa chiamata Class che produce gli stessi risultati della modalità a 1.

Nella prova di qualità di stampa non abbiamo notato differenze sostanziali tra le mo- dalità di stampa Class e 1. La velocità di stampa è otti- ma, poco meno di secondi per stampare le 10 copie del documento A4 di tre pagine misto di testo e foto.

La configurazione base in- clude una porta parallela e una USB 2. La cartuccia to- ner di serie ha una capacità di stampa di 3. Il cassetto di caricamento carta ha una capacità di fo- gli aumentabili a aggiun- gendo un secondo cassetto op- zionale.

Per l'avvio a caldo siamo d'ac- cordo, nelle prove la stampa di due pagine di un documento di testo A4 ha richiesto soltanto 16 secondi, un valore raggiunto e superato da pochissime stampanti. Le nostre rilevazioni discor- dano sull'avvio a freddo, la con- dizione in cui il tamburo fusore che fissa il toner sulla carta de- ve essere portato alla tempera- tura operativa prima della stampa.

La stampa uscendo da una condizione di Stand by ha ri- chiesto 26,3 secondi, quasi tut- te le stampanti hanno ottenuto un tempo simile o inferiore e solo tre hanno fatto di peggio, una per un solo secondo. La esibisce il più basso con- sumo di energia in condizione di Stand by, appena 12 W, e so- lo la Canon LBP ha un consumo inferiore di picco. Lo sportello visibile sul fron- tale è il caricatore dei fogli in posizione di riposo, la sua ca- pacità è di fogli mentre quella del raccoglitore è di Sopra il vassoio, incassato nel telaio in una posizione poco agevole da utilizzare, si trova il caricatore per la stampa di un foglio singolo.

L'interfaccia utente sulla stampante consiste di due soli LED, uno che segnala la condi- zione di pronta alla stampa e l'altra che avvisa della presen- za di problemi, è il monitor di controllo del driver che forni- sce informazioni dettagliate sulla natura del problema. I risultati nella stampa dei caratteri sono buoni mentre con le immagini in cui sono presenti dei cambi di lumino- sità la retinatura è abbastanza visibile.

Telefono Cellulare per Anziani Nokia 2610 Black Nuovo

Con le immagini composte da blocchi senza cambiamenti di luminosità, i grafici per esempio, la qualità di stampa è ottima. Le aree sono uniformi senza banding striature oriz- zontali.

La risoluzione di stampa è di x DPI, i 1. Il motore di stampa è dichia- rato per 21 pagine al minuto, il più veloce della categoria. Nel- le prove di velocità si stampa con 98 secondi la E è stata la più rapida nello sfornare le trenta pagine di documento mi- sto di testo e foto a colori. Ci sono diverse stampanti che si sono avvicinate a questo valore, quelle di Samsung e Epson hanno impiegato circa 99 secondi mentre Minolta e OKI hanno terminato il compi- to in secondi.

La qualità di stampa nelle immagini grafiche è scarsa, la E tende a scurire le immagi- ni e le zone scure delle foto ap- paiono come un singolo blocco di colore in cui è impossibile distinguere i particolari.

Nella stampa di grafici si no- tano marcati effetti di ombreg- Scheda prodotto Nome: E Produttore: Lexmark www. La qualità di stampa dei ca- ratteri è nella media. La E è indicata a chi stampa soprattutto testi che non includono foto o grafici e ha bisogno di una stampante veloce. L'alimentazione carta avvie- ne tramite un cassetto da fogli con caricamento dalla parte anteriore. Sopra il cassetto si trova la fessura per l'inserimento ma- nuale dei fogli.

Il coperchio frontale si apre premendo un pulsante posizionato sulla sini- stra, una volta aperto si accede alla cartuccia del toner. Il centro di comando è com- posto da due pulsanti, Confer- ma e Cancellazione, e cinque spie luminose che segnalano la normale operatività, toner in esaurimento, carta in esauri- mento, inceppamento della carta e un errore generico.

Il prezzo di listino è di euro IVA in- clusa. La dotazione standard com- prende una porta parallela, una USB 1. Le cartucce standard hanno un'autonomia di 3. Come si è verificato con la stampante Dell la presenza di un interfaccia a bassa velocità non ha influen- zato la velocità di stampa, la di- mensione dei documenti di prova è di appena qualche KB e di conseguenza il movimento di dati trasmessi dal computer alla stampante è modesto.

La stampa di 30 pagine ha richie- sto secondi, appena qual- che secondo superiore al mi- gliore risultato. Molto buoni anche i tempi di stampa uscen- do da una condizione di Stand by e delle tre pagine miste di te- sto e foto. Il consumo nella condizione di riposo è di circa 32 W, molto elevato rispetto a quasi tutti i concorrenti con la sola eccezione della TallyGeni- com che è in pratica la stessa stampante con un marchio di- verso.

La capacità è di fogli, quella del vassoio di raccolta fogli. Il supporto di plastica che regge i fogli stampati scor- re verso l'interno in una posi- zione che lo protegge dagli urti accidentali quando non è uti- lizzato. Nelle prove non ab- biamo rilevato un'apprezzabile differenza tra le due modalità di qualità superiore, la stampa a 1.

Il software di controllo in- cluso nel driver quando rileva un problema con la periferica visualizza sul desktop uno schema del problema con i consigli per la soluzione. OKI invece utilizza una fila di LED, un sistema senza parti in movimento che riduce i pro- blemi di usura.

La risoluzione è di 1.

Guarda questo:TEMI PER IDVD SCARICA

La B, prezzo di listino di Il primo è stato pronto in po- co più di 13 secondi mentre per il secondo i secondi necessari sono stati In entrambi i casi la più vici- na ha impiegato circa tre se- condi in più. Un po' meno velo- ce la stampa in uscita dalla condizione di Stand by, molte stampanti hanno fatto netta- mente meglio dei La qualità di stam- pa è su buoni livelli, in partico- lare nella stampa dei caratteri.

Il testo è nitido e leggibile an- che con caratteri di piccole di- mensioni. La retinatura nelle immagini è appena visibile e comunque non incide più di tanto sul li- vello di dettaglio. Con i blocchi monocromatici appare qual- che accenno di striature oriz- zontali banding. La stampan- te è sviluppata in profondità e l'ingombro aumenta se si uti- lizza il vassoio di caricamento supplementare, questo e il suo Scheda prodotto Nome: B Produttore: Oki www.

Il percorso seguito dal foglio inserito nel caricatore supple- mentare è quasi rettilineo, l'i- deale per non sciupare i sup- porti delicati o rigidi. Il casset- to standard ha una capacità di fogli, 50 quella del vassoio raccoglitore.

La B è dotata di due por- te di comunicazione, una pa- rallela e una USB 2. Le operazioni di manuten- zione sono facili. Il coperchio superiore aprendosi mette allo scoperto la cartuccia del to- ner, il tamburo di stampa e la fi- la di led.

e616 sblocco

Per rimuovere tamburo e to- ner basta qualche secondo mentre per i led l'unica manu- tenzione richiesta è la pulizia periodica con uno straccetto non abrasivo. L'integrazione aumenta in- dubbiamente il costo del ri- cambio ma offre il vantaggio di avere un componente nuovo ad ogni cambio toner e in pra- tica riduce la manutenzione. Samsung propone un prezzo su strada comprensivo di IVA di euro, un ottimo prezzo considerando le caratteristi- che.

La cartuccia del toner forni- ta nella dotazione iniziale ha una capacità di stampa limita- ta a 1. La velocità di stampa è otti- ma in quasi tutte le situazioni, l'unica eccezione è la stampa in uscita dalla condizione di ri- poso in cui è risultata la più lenta con 39 secondi. La garan- zia è di due anni e per tutto questo periodo il cliente ha di- ritto al ritiro, riparazione e ri- consegna del prodotto a domi- cilio. Per contenere i costi si deve rinunciare a qualcosa, nel caso della ML significa che non sono disponibili opzioni quali l'unità fronte retro, il vassoio supplementare o l'espansione di memoria.

Dettagli che comunque han- no poca importanza in questa tipologia di prodotto destinato soprattutto all'uso personale. Lo sportello che si vede nel- la parte frontale quando è aperto è il vassoio di carica- mento, la capacità è di fo- gli. Il vassoio per il caricamen- to manuale si trova poco so- pra, in una posizione legger- mente incassata e poco pratica da utilizzare.

La ML ha una risolu- zione massima di 1. Nella prova di qualità abbiamo ottenuto dei risultati migliori con la risoluzione inferiore, a 1.

Nella stampa dei caratteri e delle immagini il comporta- mento complessivo è buono. I quasi 90 euro di differenza non sono giustificati solo dal mar- chio diverso. Le caratteristiche tecniche dichiarate sono pressoché identiche, solo un contenuto scarto nelle dimensioni.

Uguale persino la dotazione iniziale del toner composta da una car- tuccia dalla capacita di stampa ridotta a 1. Le pre- stazioni nella velocità di stam- pa sono quasi le stesse tranne che nella stampa di 30 pagine in cui la W è stata di 22 se- condi più rapida. La qualità di stampa delle immagini è ottima, il dithering è molto contenuto. Altra ca- ratteristica comune è il vassoio di alimentazione carta dalla ca- pacità di fogli ripiegabile sul corpo macchina per non occupare spazio quando non utilizzato.

Il supporto per i fogli in uscita fortemente inclinato Scheda prodotto Nome: Produttore: TallyGenicom www. La è in grado di sop- portare carichi di lavoro fino a La me- moria standard di 8 MB non è espandibile.

I driver sono disponibili solo per i sistemi operativi Micro- soft Windows. Il pannello di controllo è costituito da un pul- sante di conferma e da due spie che indicano lo stato. Il driver fornisce informazioni sulla condizione della stam- pante e sullo stato del toner permettendo all'utente di defi- nire una soglia del consumo ol- trepassata la quale emette un avviso.

Il consumo energetico in condizione di riposo è eleva- to, a consumare più di 30 W è stata solo, guardacaso, la Pa- gePro W di Minolta. I punti principali valu- tati sono stati la visibilità del dithering, la distinguibilità dei dettagli e la presenza di artefatti nella stampa. Il dithering è una tecnica usata dalle stampanti monocro- matiche per simulare l'apparenza di più colori. Per esempio in un blocco di colore nero il toner copre completamente il fo- glio, il grigio è creato lasciando dei piccoli punti del foglio liberi.

La visibilità dei pun- ti dipende dallo schema di disposizione che la stampante usa per creare le varie to- nalità di grigio. Nella valutazione dei ca- ratteri abbiamo esaminato lo spessore, la definizione dei bordi, l'impatto visivo e la leggibilità alla grandezza normale del do- cumento. Per vedere la documentazio- ne dovremmo utilizzare Word, Acrobat Reader, un software di grafica ed un web browser. Ben quattro programmi da lanciare con perdita di tempo, scomo- dità e, con i computer meno performanti, rallentamento delle operazioni.

Con un software di gestione documenti possiamo invece lanciare solo un programma, che potrà visualizzare tutti questi file in un'unica interfac- cia, ed organizzarli in comode cartelle. Altra funzione importante è quella di "motore di ricerca in- terno": i migliori software di gestione documenti sono infat- ti dotati di una sezione apposi- ta, organizzata come un moto- re di ricerca Web, ma in grado di eseguire la ricerca all'inter- no del nostro PC, ad esempio per trovare tutti i documenti in Caratteristiche Programma: Documind 5.

Infine, questi programmi sono dotati di una potente se- zione di acquisizione dei docu- menti, che possono essere sal- vati in diversi formati con o senza l'esecuzione dell'OCR, ovvero della conversione delle pagine testuali in file di testo editabili. Visto che diverse funziona- lità sono sovrapponibili abbia- mo deciso di confrontare que- sti due programmi, verificando di volte in volta quale risponde Documind 5. Vediamo come si comportano questi programmi nei vari ambiti di utilizzo.

Installazione e configurazione Documind Professional si in- stalla senza problemi e non ri- chiede attivazione. Dopo l'installazione viene richiesto di eseguire la confi- gurazione, che effettua una ri- cerca dei documenti presenti sul nostro PC e ne esegue l'in- dicizzazione. Documind richiede di inseri- re manualmente in quali car- telle dovrà ricercare i docu- menti e quali invece escludere, dopodiché l'aggiornamento con i nuovi file inseriti potrà essere automatizzato.

A diffe- renza di PaperPort è possibile eseguire un'indicizzazione ra- pidissima senza la ricerca testi all'interno delle immagini tra- mite OCR: abbiamo indicizzato una cartella da 3 GB contenen- te più di sottocartelle e 5. Se invece si esegue una ri- cerca con OCR delle immagini, simile a quella di PaperPort, i tempi sono sovrapponibili: cir- ca un'ora.

L'indicizzazione è obbligatoria per poter esegui- re ricerche, in quanto il cuore di Documind è un archivio in- terno che consente di rendere le ricerche fulminee solo un secondo. L'installazione di PaperPort 10 richiede sia l'inserimento del numero di serie sia l'attiva- zione del software via Internet, in stile Microsoft. Se non si at- tiva il software potremo lan- ciarlo solo per cinque volte, dopodiché cesserà di funzio- nare.

La configurazione a diffe- renza di Documind non richie- de la ricerca preliminare dei fi- le testuali, grafici e via dicendo presenti sul nostro sistema, che sarà avviata solo se fare- mo partire il modulo motore di ricerca. L'inserimento dei do- cumenti da gestire avviene in- fatti manualmente, trascinan- do le cartelle in cui sono con- tenuti in PaperPort, o trasci- nando i documenti nelle car- telle predefinite di PaperPort. Una nota negativa va al fatto che le cartelle predefinite non sono state riorganizzate per il nostro paese, ma ne è stato semplicemente tradotto il no- me, per cui ci troviamo cartel- le come quella K, dedicata al sistema pensionistico statu- nitense.

Dovremo dunque creare manualmente le cartelle adatte alle nostre attività. La schermata riporta le possibilità date dal programma di programmare le operazioni di aggiornamento dell'indice dei contenuti Le cartelle di PaperPort II programma permette di scegliere le cartelle in cui riorganizzare I dati.

Non sono state localizzate e ci troveremo con inutili cartelle del sistema pensionistico statunitense Ne rtrtfta visuètea Étawntfl S I JI ILI. Al suo interno si trova un completo e rapido motore di ricerca: sulla sinistra la maschera per i criteri di ricerca, sulla destra la porzione di anteprima del documento ricercato Motori di ricerca interni Documind ha come punto di forza il potente motore di ri- cerca interno, in grado di tro- vare il file ricercato in tempi ra- pidissimi circa un secondo e con filtri molto sofisticati.

L'in- terfaccia di ricerca è formata da due sezioni: sulla sinistra la maschera di ricerca, sulla de- stra la finestra di visualizza- zione dei documenti. La ma- schera di ricerca comprende campi per la ricerca di testo al- l'interno dei documenti e nei nomi di file, per la definizione di date, percorsi e formati dei file da ricercare, una cronolo- gia, ed un cursore per regolare il Fuzzy level.

La ricerca Fuzzy serve per trovare termini simi- li a quello inserito, utile quan- do non si ricorda esattamente la parola ricercata. Da notare che di default Documind trova i termini che differiscono per un solo carattere, ovvero se si inserisce "mattina" troverà an- che le occorrenze di "mattine". Nelle nostre prove Documind ha mantenuto le promesse ve- locistiche: la ricerca tra le cartelle ed i 5.

Ri- sultati che possono essere vi- sualizzati come tabella o ad al- bero, con percentuali di corri- spondenza. Infine, da notare le potenzia- lità di ricerca con OCR, ovvero è possibile ricercare parole al- l'interno di immagini, che ven- gono sottoposte automatica- mente ad OCR, cosa partico- larmente utile indicando a Do- cumind una cartella contenen- te fax, le cui immagini vengono trasformate in testi ricercabili. Anche PaperPort è dotato di una potente sezione di ri- cerca, che si attiva dal menu Strumenti ed è chiamata All-in- One Search.

Una delle caratteristiche più potenti di All-in-One Search è la possibilità di ricercare testo all'interno di immagini, sotto- ponendole automaticamente ad OCR, funzionalità meglio implementata rispetto a Docu- mind e che consente, trattan- do le immagini come fossero documenti testuali, di trovare una parola all'interno di imma- gini acquisite da scanner ed ar- chiviate, oppure catturate da un sito Web.

Di quest'ultimo è visibile l'anteprima in alto, e cliccan- dola potrà essere visualizzata a schermo intero in PaperPort. Inoltre è dotato di driver di stampa speciali, in grado di creare file PDF e Word dall'in- terno di qualunque applicazio- ne Windows.

Quest'ultimo è l'unico formato adatto all'ar- chiviazione professionale di documenti, in quanto mantie- ne esattamente la grafica origi- nale della pagina, evitando che elementi grafici non ricono- sciuti non siano riprodotti, e gli sovrappone testo indipen- dente, editabile ed indicizzabi- le.

Utile an- che la cattura di pagine Web, spesso difficili da salvare e stampare. Documind a differenza di Pa- perPort non è dotato di una se- zione di acquisizione diretta tramite scanner dei documenti che vogliamo archiviare, dun- que dovremo prima acquisirli tramite il software del nostro scanner, un software grafico o un OCR, salvarli, e poi impor- tarli negli archivi di Documind.

Gestione documenti Un punto di forza di Paper- Port è certamente il Desktop sul quale vengono visualizzati come miniature tutti i file indi- cizzati.

Cliccando due volte sulle miniature se ne apre una visuale ingrandita. Ai documenti possiamo anche ag- giungere annotazioni, sulle quali in seguito potremo ese- guire ricerche. Possiamo aggiungere qualunque cartella presente sul nostro PC, o utilizzare le cartelle predefinite, purtroppo pensate per un pubblico an- glosassone ci sono cartelle dedicate a tasse e pensioni sta- tunitensi , ma potremo in ogni caso crearne noi di nuove.

In basso invece sono presenti pulsanti per inviare i docu- menti alle applicazioni instal- late nel nostro sistema Word, Excel, Photoshop Le miniature sono grandi e chiare, in un angolo è presente un'icona che ci ricorda l'appli- cazione di riferimento, e l'a- pertura dei file è rapida. In de- finitiva è un vero piacere sfo- gliare i contenuti del proprio hard disk con l'interfaccia di PaperPort. Documind nasce come motore di ricerca, dun- que non ha una sezione di ge- stione documenti paragonabi- le a quella di PaperPort.

Dun- que per la gestione dei file gli utenti di Documind dovranno utilizzare il normale "Esplora Risorse" di Windows. Inoltre Documind non ha funzioni di conversione e crea- zione PDF.

È il punto di forza del programma ogni documento presenta un 'anteprima nella quale possiamo introdurre le nostre notazioni. Oggi a queste tre versioni si aggiunge la Mobile, che a euro offre le stesse funzionalità della Preferred, ma include un registratore vocale portatile della Philips.

Non è il grande af- fare come per le schede di ac- quisizione video che pratica- mente regalano il software visto che il Philips VoiceTracer , se acquistato da solo costa 99 euro. Il registrato- re è tra i meno ingombranti del- la categoria, offre 32 MB di RAM non espandibile pari a 1 7 ore di registrazione in qualità bassa, ma per l'uso con Dragon è con- sigliata la qualità migliore HQ , con la quale la capienza è di 90 minuti.

Le batterie 2 AAA du- rano circa 12 ore. Le registra- zioni sono in formato proprie- tario specifico per la voce ZVR, risposta in frequenza 7. Software eccellente, ma registratore non certificato Iniziamo con le note positive, ovvero gli eccellenti risultati raggiunti da Dragon 8 Preferred nei nostri test.

Non per niente abbiamo dovuto seguire un addestra- mento più lungo: 20 minuti di dettatura al registratore, con- tro i 5 minuti sufficienti con il microfono. Il vero problema è l'integrazione tra registratore e software.

Nel manuale e sul sito ScanSoft non c'è alcun riferi- mento a come utilizzare il regi- stratore Philips con Dragon. Si parla invece di registratori di al- tre marche. In ogni caso, abbia- mo constatato che il Philips non è assolutamente integrato in Dragon: bisogna utilizzare il profilo generico per registratori WAV, e purtroppo il Philips non registra in WAV.

La procedura è questa: si registrano gli appunti vocali, poi si collega il Philips al computer via USB e si scaricano i file vocali, poi si convertono in WAV uno per uno con il softwa- re Philips, ed infine si lancia Dragon e si importano i WAV.

Decisamente macchinoso. Con un prodotto venduto in bundle Utilizzo consigliato Pur se la precisione resta lontana dagli OCR, Dragon 8 è il primo software di riconoscimento vocale realmente consigliabile come sostituto della digitazione anche di testi complessi. Utile per disabili.

Questa versione Mobile offre in più il registratore vocale, ma non è integrato con il software e non è conveniente economica- mente rispetto all'acquisto del registratore separato, dunque il nostro consiglio è di acquista- re la versione Preferred e, sepa- ratamente, un registratore cer- tificato Dragon.

Anche perché sul sito abbiamo scoperto che il registratore Philips è indicato con un livello di accuratezza di 4 su 5, dunque ci sono altri mo- delli Olympus DS-2, e diversi Sony ICD che funzionano me- glio. Stiamo parlando di Platoon, il film cult diretto da Oliver Stone, da cui è tratto il video- game che troverete allegato al- la versione Gold di PC Open di questo mese. Nei panni del sergente ame- ricano Martin Lionsdale do- vrete abbandonare la patria e la vostra fidanzata Betty che aspetta un bambino, per esse- re catapultati in Vietnam dove comanderete una squadra di soldati.

Durante la permanenza in Vietnam scriverete un diario di guerra, dove annoterete ogni missione, le sensazioni e le vostre riflessioni e dove esprimerete tutta la nostalgia per la patria e gli affetti che là avete lasciato.

Questa la trama, per un gio- co che tecnicamente si ascrive nel genere strategico orientato al combattimento in tempo reale.

Scopo del gioco è porta- re avanti con successo le mis- sioni che via via vi verranno as- segnate, comandando le vostre truppe e spostandole all'inter- no di una mappa - terreno di gioco nella quale affronterete combattimenti, appunto in tempo reale.

Una volta che riuscirete nel- le vostre missioni, infatti, vi verranno assegnate unità sem- pre più specializzate, come cecchini o genieri, fino ad ave- re a vostra disposizione mezzi come jeep o carri armati. L'importante sarà mantene- re in vita il vostro eroe, il ser- gente Lionsdale, la cui morte causerebbe inevitabilmente la fine del gioco, obbligandovi a ricominciare daccapo. Per giocare utilizzerete pre- valentemente il mouse, tramite il quale potrete selezionare gli uomini da comandare e muo- verli nell'area di guerra facen- doli avanzare secondo tre mo- dalità: strisciando per terra, a piedi o di corsa.

La scelta dell'andatura do- vrà essere ponderata attenta- mente per scegliere la più ade- guata ad ogni situazione ed ogni terreno: se, infatti, la corsa permette di essere un bersa- glio meno raggiungibile, d'al- tro canto non permette di no- tare le eventuali trappole viet- cong piazzate nel terreno.