Skip to content

ANTIOCHMISSIONASIA.INFO

Condividi i file con i tuoi amici. Blog italiano per studenti in cerca di archivi.

SCARICARE MODELLO A1 INPS DA


    Nuova procedura telematica per i datori di lavoro che intendono richiedere il rilascio del modello A1, a decorrere dal 1° settembre INPS: nuovo modulo di richiesta del Modello A1 per lavoratori in uno Stato membro dell'Ue, diverso da quello di provenienza (distacco), Scarica il modulo di richiesta del certificato di legislazione applicabile (Modello A1). INPS: nuove modalità di richiesta del modello A1 A decorrere dal 1 settembre , la richiesta del certificato in parola deve avvenire. Il modello A1 certifica che il lavoratore, detto "distaccato", rimane assicurato ai fini previdenziali nel paese UE in cui ha sede l'impresa distaccante o in quello di. Come ribadito dall'INPS rimangono invece escluse dall'obbligo di richiesta del modello A1 le situazioni di seguito riportate: Lavoratore.

    Nome: re modello a1 inps da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:53.79 Megabytes

    In questo ambito, gli adempimenti obbligatori in tema di amministrazione del personale comportano non poche difficoltà di gestione: si tratta, infatti, di conciliare la normativa italiana con quelle dei Paesi ospitanti, al fine sia di assicurare i livelli minimi di tutela ai lavoratori coinvolti, sia il rispetto delle normative estere, evitando al contempo le relative sanzioni. Maturando molteplici periodi contributivi in Paesi diversi si verificherebbe un evidente danno previdenziale in termini di maturazione del diritto alla pensione e di quantificazione della prestazione stessa.

    La durata massima del distacco previdenziale è determinata dei Regolamenti CEE, o delle Convenzioni bilaterali in caso di Paesi extracomunitari, ed è pari a 24 mesi, eventualmente prorogabili fino a un massimo di 5 anni su autorizzazione delle Autorità amministrative competenti dei Paesi interessati. Richieste di certificazioni escluse dalla presentazione telematica Per le tipologie di richieste per le quali è prevista la presentazione da parte del lavoratore interessato, la trasmissione della domanda, in attesa del completamento del processo di telematizzazione, dovrà avvenire con le modalità attualmente in uso Pec, raccomandata o presentazione diretta agli sportelli.

    Si tratta, in particolare, di lavoratori che risiedono in uno Stato comunitario ad esempio in Austria e svolgono attività lavorativa da dipendente o autonomo in altro Stato comunitario ad esempio in Italia. Per questi lavoratori, la Commissione amministrativa per il coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale ha ritenuto opportuno modificare il documento portatile A1 al fine di consentire il rilascio delle certificazioni anche per tali situazioni e assoggettare il lavoratore alla legislazione di un unico Stato, quello nel quale esercita attività lavorativa.

    Non è specificato se questo elenco sarà implementato anche con le richieste di certificato già rilasciati con le precedenti modalità o se si riferisce solo alle richieste con le nuove modalità telematiche. Non sono, pertanto, più richiesti il timbro e la firma autografa del responsabile della sede Inps che rilascia il documento.

    .