Skip to content

ANTIOCHMISSIONASIA.INFO

Condividi i file con i tuoi amici. Blog italiano per studenti in cerca di archivi.

FREEBSD SCARICA


    Contents
  1. Installazione manuale di
  2. FreeBSD è un sistema operativo avanzato per architetture compatibili x86 derivato da BSD.
  3. Scarica Freebsd 8 1 iso dvd
  4. antiochmissionasia.info - The Visual IRC Client

Guarda prima qui per scoprire qual è l'ultima versione di FreeBSD. Per favore leggi la guida di installazione prima di scaricare l'intera. Puoi usare l'utility pkg_add(1) per installare un package di FreeBSD da un file locale o da un Scaricare un Package Manualmente e Installarlo da Locale. La potente app AnyDesk per FreeBSD ti connette facilmente per un accesso remoto senza problemi a qualsiasi computer. Non importa se sei un utente privato o. Scarica gratis l'ultima versione di FreeBSD. Leggi la recensione in italiano ed i voti degli utenti su FreeBSD. Guida How to installazione e configurazione FreeBSD e PC-BSD HOT. Scarica. Una guida per un approccio al mondo *BSD attraverso l'installazione e la.

Nome: freebsd
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:20.62 MB

Forum Nuovi messaggi Nuove discussioni Supporto ticket Regolamento. Release Ultime recensioni Cerca tra le release. Membri Membri registrati Visitatori attuali Nuovi stati in bacheca Ricerca degli stati della bacheca. Cerca In tutto il sito Discussioni In questo forum In questa discussione.

Cerca solo i titoli. Cerca Ricerca avanzata In tutto il sito Discussioni In questo forum In questa discussione. Cerca Avanzata

Si da per scontato che avete già installato Xorg scegliendolo tra le opzioni all'atto dell'installazione almeno questo. Altrimenti la via più rapida è usare il comodo comando pkg e relativi pacchetti. Una volta installato Xorg, bisogna configurarlo a seconda della vostra scheda video, soprattutto per l'uso del rendering. Tutto questo lo farete da terminale. Se avete una scheda nvidia installerete dai ports i driver delle schede. Installate anche nvidia-xconfig e date poi un nvidia-xconfig per creare in automatico il file di configurazione xorg.

Adeguatamente configurato il 3D viene attivato ed è quindi possibile anche usare compiz su un BSD come spiegato in seguito. Comunque, ormai sotto KDE4, una volta abilitati, si hanno parecchi effetti già presenti in Compiz. Insomma, se non riuscite a far girare Compiz accontentatevi degli effetti KDE4: il cubo ruotante comunque c'e! E poi compiz è un progeto non più supportato.

Una volta assicurati con comando da console startx che il server grafico parta, avrete il problema di far girare KDE, Gnome o XFce. Tenete presente che l'installazione tramite compilazione ports , a causa delle numerose dipendenze, richiede molto tempo mentre quella con i pacchetti è ovviamente molto più rapida.

Alla fine, se non usate un login grafico come spiegato sotto, allora per far partire uno dei due desktop bisogna creare un file nascosto di testo nella propria directory.

Dato che non è facilissimo, è meglio usare un login grafico che si interesserà a far partire il server grafico e poi il DE.

Per farlo conviene usare i pacchetti binari.

Installazione manuale di

Installate anche Emerald per i temi grafici con pgk install emerald e pkg install emerald-themes. Per farlo partire seguite queste istruzioni in pratica uno script da lanciare.

Ovviamente nell'ambiente DE assegnate lo script nelle applicazioni d'avvio ed il gioco è fatto. Sul file rc. Poiché, nonostante la sua importanza, si trova scarso materiale in giro nella rete per configurarlo, a titolo d'esempio se ne fornisce uno:. Una volta che ci si impratichisce nell'uso è molto comodo. La sintassi è abbastanza elementare e la riga d'aggiungere viene in genere suggerita dalle guide o dagli articoli in giro per la rete.

In questo caso, basta ricopiarli uguali ed inserirli. Qui si evidenzia la presenza, aggiunta in un secondo momento, dell'abilitazione all'avvio del server Apache e di Mysql. Comunque, anche in questo caso, installando PC-BSD è quasi tutto pronto tranne Apache e Mysql , mentre con FreeBSD dovrete aggiungere manualmente parecchie cose ed è quindi utile fare riferimento a questo esempio. Anche questo file è piuttosto importante perchè carica moduli e quant'altro, necessari e vitali per molti devices, compresa la scheda audio.

A parte quando trovate nelle guide l'apposito accenno ad inserirvi alcuni comandi, ritengo utile riportare anche in questo caso un file di esempio adeguatamente configurato:. Kernel Options. Come si vede, anche in questo caso la sintassi è piuttosto semplice mentre i nomi dei vari moduli rimandano a parecchi supporti necessari in un desktop.

Anche qui se avete installato TrueOS non dovreste avere problemi a vedere non solo le partizioni del sistema ma anche quelle di Windows ntfs oltrechè FAT32 e poter anche scrivere in quelle ntfs, sempre con le dovute cautele! Tuttavia, FreeBSD ha strani comportamenti nei permessi non sempre facilmente risolvibili. Ricordate, a tal proposito, che con la riga vfs. Dato che è supportato anche ntfs-3g si trova sotto il pacchetto o ports fusefs-ntfs , conviene usarlo per le partizioni NTFS.

Se per caso non vedete le partizioni Windows o non ci potete scrivere qui riporto alcuni consigli su ntfs-3g. Riguarda soprattutto la configurazione in FreeBSD. Utile soprattutto per montare altre partizioni presenti nell'HD, specie se Linux.

Se dà errori provate a riavviare direttamente il computer per far caricare il modulo, dopo aver messo in rc. Se questa riga di comando non dovesse funzionare, provate ad usare quest'altra sempre in fstab esempio :. Dare poi un mount -a e vedere se funziona. Se non vedete ancora niente, provate a riavviare il computer. Attenzione: agendo manualmente in KDE4 o altri WM potreste non vedere nulla cliccando sull'icone dei dispositivi che vi vengono visualizzati, questo perchè le partizioni non sono montate dal demone HAL.

Un discorso a parte meritano le partizioni Linux eventualmente presenti sul vostro Hard disk. Tra cugini, stranamente, le cose sono più complicate che con Windows.

Intanto, il supporto è in sola lettura con la possibilità di copia.

Il supporto dato dal pacchetto ext4-fusefs funziona bene in sola lettura. Nel file fstab per farlo funzionare se non parte inserire la riga che punta all'eseguibile, cioè come esempio:. Mi raccomando l'opzione -o ro.

Infatti le subpartizioni restano nascoste a Linux , almeno che non usiate i moduli particolari nel kernel per fargliele vedere. Sostanzialmente significa che il vostro Linux non riesce a leggere le subpartizioni. In tal caso la questione si fa delicata e non ho una soluzione, almeno finora, a questo problema, anche dopo aver cercato a lungo nella rete. Se qualcuno ha risolto un problema anche analogo, sarebbe gradita una informativa.

Qui va inserito un riferimento al fatto che soprattutto in FreeBSD potrebbe capitare che le partizioni sia su HD che in dispositivi USB si possano montare solo da root.

Per poter provare a montarle come user bisogna:. Infine si ricorda che l'accesso a una o più directory tra computer in rete con sistemi operativi diversi è possibile via Samba o ssh con Windows, Linux e Mac e, in Linux, anche via NFS net file system. Metodo IPWF. Per una semplice configurazione con il metodo seguire questa guida. Si controllano le regole dando il comando da console ipfw list. Metodo OpenBSD packet-filter consigliato.

L'altro firewall usa le regole dei packet-filter di OpenBSD mitico! PF firewall richiede una certa abilità nell'uso, compensato dall'efficacia e dal fatto che si gestisce in modo molto articolato. Questo significa che in giro troverete esempi spesso diversi tra loro. Se siete particolarmente paranoici, conviene includerlo nel kernel e questo significa che dovete compilare e lanciare un nuovo kernel.

Per farlo, bisogna seguire la canonica procedura inserendo nel file di configurazione del kernel da compilare queste righe:.

PF firewall. La procedura per la compilazione del kernel è descritta in fondo alla guida. PF firewall configuration. Rules section. DLNA ps3mediaserver. TOR on privoxy. Per riavviare il firewall da terminale e da root caricando nuovi filtri dare il comando:. Per avviare solo il Firewall dare da root il comando pfctl -e , mentre per disabilitarlo dare pfctl -d. Con il comando sudo pfctl -s all si verifica lo stato di tutte le regole in azione. Potreste avere un errore al boot del firewall di questo tenore:.

Ovviamente, se avete compilato il kernel per includere PF, va dato un reboot per sincerarsi che tutto funzioni bene al riavvio. Problema con FTP. Attenzione, perché se volete usare FTP con il packet filter firewall bisogna fare degli interventi suppletivi. In pratica passare per un server-proxy apposito ftp-proxy e poi settare adeguatamente il file pf.

Per sapere come fare seguire questa guida. Domanda: ma non c'è un' interfaccia grafica per il tutto? In teoria, si. L'applicativo è fatto piuttosto bene e si installa facilmente con un pkg install fwbuilder ma non sempre è pienamente compatibile nell'importazione di un file di configurazione pf. Stampanti USB. Dopo aver installato cups e gutenprint-cups e hplip per stampanti HP , bisogna settare la stampante CUPS tramite il famoso localhost da browser.

Altri problemi, potrebbero far capo a questione di permessi. In sostanza, potreste stampare da root ma non come semplice utente. In tal caso provate ad:. Listen localhost Listen [IP della macchina] ad esempio: Scanner USB. Premesso che bisogna sempre leggere la guida ufficiale su questo link.

Attenzione: certe volte, il vero problema è che lo scanner potrebbe non esser proprio riconosciuto come dispositivo USB. Per vedere se è visto ci sono vari comandi da usare e riguardano tutti i dispositivi USB. Il trucco sta nel dare il comando, accendere lo scanner e ridarlo.

In fondo alla schermata dopo il comando dmseg, dovrebbe apparire qualcosa. Dopo parecchie peripezie, un magico comando è stato trovato nascosto in una delle miriadi di discussioni in giro per la rete.

Sito in inglese, naturalmente. Non commentava altro: duro e puro. Del resto il comando syctl è un comando molto potente, uno dei fiori all'occhiello degli Unix-like.

A questo punto e solo adesso, possiamo seguire la guida citata e installare, se abbiamo bisogno di Sane, nell'ordine: sane-backends, sane-frontends e xsane. Controllare comunque con un pkg info prima se qualcosa è installato già. Quando installerete sane-frontends vi chiederà un sacco di opzioni. Se tutto è andato a buon fine, allora si da un sane-find-scanner -q.

Se lo scanner è trovato, tutto ok. Si passa al comando scanimage -L e se anche qui tutto ok, significa che lanciando X-sane o anche altre interfaccia grafiche per scanner avrete l'interfaccia grafica dello scanner pronta all'uso.

Inoltre, per chi usa scanner Epson , spesso il file da modificare non è epson. Anche nel caso dello Scanner potrebbero esserci problemi di permessi. Specie in FreeBSD vi trovate ad usare lo scanner solo come amministratore. In devfs. Infine, solo nel caso si sia dovuto usare il comando syctl per far riconoscere lo scanner , sarà necessario rendere permanente il tutto, dato che al riavvio del computer sareste costretti a ridare il comando sysctl.

Basta aggiungere la riga hw. Allow to recognize an usb-scanner. E questo dovrebbe essere tutto. Altri dispositivi USB. Se avete problemi nell'automount, le soluzioni sono in genere tre: provare una sequela di configurazioni , usare un'utility apposita chiamata ' automount ', adottare il classico sistema manuale da riga di comando.

Questo è un esempio:.

FreeBSD è un sistema operativo avanzato per architetture compatibili x86 derivato da BSD.

Con FM scegliete il Window manager di vostro gradimento dolphin, pcmanfm, ecc. E alla fine è proprio questo che dà più garanzie, come al solito.

Potete, ovviamente, in parte automatizzare questa procedura con un'icona sul desktop che punta ad uno script scritto con questi comandi. Per dispositivi Android e WindowsPhone si ricorda che ormai lo standard di connessione di questi tramite porta USB è il protocollo MTP , quindi i dispositivi non sono più riconosciuti come semplici mass storage.

Per vedere i files in questi dispositivi in FreeBSD è possibile usare simple-mtpfs , installandolo con il solito pkg install fusefs-simple-mtpfs. A quel punto il trasferimento dei files verso o dal dispositivo avviene normalmente. Il test è stato effettuato su un Windows Phone con Windows Qui ci si rivolge ad un'installazione in locale, ad esempio per poter effettuare delle prove di gestione di siti WEB dinamici. Non ha quindi la pretesa di considerare gli aspetti della sicurezza tipici di un'installazione di un server WEB.

Comunque, a parte l'aspetto della sicurezza da affrontare con le configurazioni, i passi fondamentali per l'installazione sono analoghi. Qualcuno si è lamentato di questo fatto e della mancanza di un porting di questo pacchetto. La risposta è che non ce n'è bisogno perchè è facile installare le componenti separatamente. Installare i singoli componenti non è semplicissimo, soprattutto per le configurazioni e le guide in giro sulla rete propongono di tutto e di più.

Questa l'ho trovata sintetica ma efficace.

Qui propongo una mia personale via per installare il tutto. Intanto qui è meglio compilare. La strada consigliata è da terminale come root:. Attenzione perché il modulo per Apache va installato dopo a parte;. Facendolo con portmaster probabilmente verrano esaudite delle dipendenze dovute a versioni diverse.

Alla fine dell'installazione, aprire il file di configurazione di Apache httpd. E' un punto delicato, comunque le cose importanti presenti devono essere:.

Comunque negli ultimi aggiornamenti Apache2x ha una gestione modificata nei moduli. Per far partire il server Apache usare il comando service apache24 onestart stop e onerestart sono le altre 2 opzioni utili. Se, durante l'avvio, pur partendo il server vi dice qualcosa sull'impossibilità di trattare il nome di dominio, dovete aggiungere nel file httpd. Fate inoltre una copia del file php. Ora, per vedere se tutto funziona, aprite il browser e scrivete nella barra indirizzi localhost. Se vi appare una scritta "it works", significa che il server Apache funziona.

Per vedere se funziona anche lo scripting di PHP, aprite un file di testo e inserite:. Ricordate: questa è la directory dove dovrete piazzare le vostre pagine PHP. Per controllare se una versione MySQL è installata date il comando pkg info e scorrete in ordine alfabetico. Mysql-server installerà anche il client. Su MySQL dovreste lavorare sulla sicurezza.

Qui non mi dilungo, supponendo che state in ambiente locale e su computer sicuri e non avete database di particolare importanza da proteggere! I comandi da usare sono: service mysql-server onestart avvia MySQL mentre con onestop e onerestart si ferma e si riavvia ed anche. Solo che il testo sarà:. Salvate e chiamatelo connect. Se tutto funziona, magicamente vedrete la scritta che dà l'OK della connessione.

Alla fine dovreste avere la riga aggiunta nel file citato in automatico. Fate ripartire Apache e riprovate. AcceptFilter http httpready. AcceptFilter https dataready. Nel caso seguiate la strada non sbagliata di rendere più sicura la connessione cambiando la password e l'utente d'accesso di MySQL ricordarsi che l'utente root non è l'utente root del sistema ma vale solo per MySQL , nello script precedente dovrete inserire il nome dell'utente scelto al posto di "root" e inserire l'eventuale password al posto dei due apici "" ma sempre dentro due virgolette.

Se poi il computer dove si trova il database è diverso da "localhost", dovrete inserire l'IP del computer sempre tra tra virgolette. Per correttezza segnalo una guida molto completa soprattutto per chi volesse cimentarsi nell'installazione con Apache server versione 2 e successive. Poi seguire questo WIKI che dà un'idea delle cose da configurare. Fate attenzione: la guida segnalata in precedenza su caffetine.

Cliccate per aggiungere un server e poi p er la configurazione si presuppone che abbiate un minimo di conoscenza della gestione dei database MySql. Alla fine salvate , scegliete il server aggiunto che dovrebbe comparire nella lista e la lingua da usare e salvate di nuovo. Se tutto è a posto, un file config. Copiatelo nella directory principale di PhpMyAdmin, restringete i permessi a del file e cancellate la directory config.

Comunque se qualcosa non funziona, non vi scoraggiate e cercate soluzioni sul Web oppure scrivetemi che se sono in grado rispondo. Ricordarsi comunque che potrebbe essere necessario nel file config. AllowOverride All. Require all granted.

Attenzione : è molto probabile che dopo l'installazione PhpMyAdmin fornisca dei warning relativi a delle funzioni disabilitate. Infatti, per rendere completa l'installazione, è opportuno creare un user " pma " e un database " phpmyadmin " su MySql. L'utente deve essere creato prima a livello di sistema con il comando adduser e poi aggiunto nella tabella user del database mysql.

Ricordatevi di riavviare il server MySql dopo queste operazioni. Gestione binari Linux. Per farsi un'idea della gestione dei binari Linux, bisogna leggersi anche se è parecchio datata in alcuni punti la guida ufficiale.

Se avete installato TrueOS non c'è problema perchè è già tutto pronto e potete saltare il seguito. La guida, pur esauriente ma un po' datata, potrebbe spaventare qualcuno. Se tutto è andato a buon fine aggiungerete al file rc. Si presuppone che sappiate cosa sia Samba, come si installa e configura. Il modo migliore per farlo non fallisce mai o quasi è inserire l'indirizzo IP qui un esempio supponendo che la macchina abbia IP Aprire Konqueror buon vecchio konqueror!

Se le cartelle da vedere appartengono ad un utente già esistente potete saltare questo passo, usando magari il nome dell'utente già esistente;. Ritornate sul Mac, chiedere la connessione al server, scegliere l'opzione no ospite utente registrato e digitare nome utente e pwd;. Leggersi comunque la guida ufficiale. Per farlo, meglio scordarsi il comodo settaggio previsto in preferenze di sistema del vostro MacOSX.

Aprirete invece il browser Safari solo Safari non Firefox o altro altrimenti non vi farà accedere e digiterete nella barra indirizzi localhost Continuate a configurare la stampante cercando il driver per il modello come fareste nell'ambiente usuale del MacOSX, riprodotto in modo analogo sul browser ora. Caratteri TrueType MS. Se ancora non vedete i fonts TrueType provate a creare una cartella nascosta.

Tastiera italiana nella console. Visualizzare i dispositivi USB connessi. Per vedere i dispositivi USB connessi in Linux si da lsusb o simili.

Scarica Freebsd 8 1 iso dvd

Controllo della quantità di RAM gestita. Dato che ormai i computer hanno RAM sempre più grandi, è sempre bene vedere quanta RAM il sistema operativo riesce a gestire e in che modo. Sotto Linux in genere si usa il comando free , seguito da opzioni es. Per installarlo, eseguire da amministratore nella console e nell'ordine:. Ora dando il comando free da terminale come in Linux , avrete la quantità di memoria RAM gestita e altri dettagli.

Flashplayer in Firefox. Per installarlo è dato per scontato che avete già installato i linux-ports spiegato sopra. E' necessario per prima cosa installare il programma nspluginwrapper. Copiate il plugin poi anche nella directory. In alternativa, per installarlo potete aiutarvi con questa guida , anche se è un po' datata. Plugin multimediali del browser Firefox. Per fare prima potete usare pkg install gecko-mediaplayer.

TrueOS installa di default una serie di plugin che vanno bene per la maggior parte dei casi. Mentre non dovreste avere problemi a riprodurre files. Ovviamente per risolverlo diamo per scontato che la scheda audio sia stata riconosciuta e funzioni. I problemi possono essere di due tipi: l'audio da un CD audio inserito nel lettore non va, nonostante il CD inserito sia riconosciuto dal lettore e si accende la spia apposita. La soluzione è quella di provare a far funzionare l'audio del CD musicale con programmi appositi.

Qui si consigliano due soluzioni che in genere funzionano. Prima soluzione : uso di programmi appositi. Nonostante sul Web si dica che MPlayer funziona, ho constatato che anche questo applicativo potrebbe non funzionare.

L'alternativa è data da altri due applicativi: VLC e Audacious. Il primo è un noto applicativo per la gestione dei files multimediali. Installarlo con un pkg install vlc. Una volta installato, lanciarlo, andare sulla scelta " Media " e poi " Apri disco ". Dopodichè tasto in basso " Riproduci " e il CD si avvierà e ascolterete la musica dalla prima traccia.

Anche Audacious in genere non falla mai. Sulla versione Mentre è interessante usare Dolphin per trasformare le tracce in formati. Seconda soluzione : uso comando cdda2wav. Si tratta di una soluzione a riga di comando e quindi non molto comoda ma è utile per testare se c'è soluzione nel vostro computer a questo problema. Bisogna dare da terminale prima il comando sudo cdda2wav -scanbus.

Si otterrà un elenco analogo:. In genere il CD Audio dovrebbe partire e dovreste sentire la musica. Si segnala che il comando cdcontrol , spesso suggerito nei Forum per trovare soluzione al problema, non funziona in quanto il CD si avvia ma non esce il suono.

Meglio usare cdda2wav. Se nonostante tutto il CD audio non si sente, spiacente ma ho esaurito le soluzioni….

antiochmissionasia.info - The Visual IRC Client

Altro tipo di problema è più complicato ed è connesso a problemi di permessi. In sostanza, accedete solo da root alla lettura del CD audio.

Per testare se questo è il problema basta vedere se il comando cdda2wav visto prima funziona da root ma fallisce da utente, oppure lanciare audacious come amministratore. Per tentare di risolvere, date il comando da terminale camcontrol devlist e dovreste vedere nell'elenco il riferimento al vostro dispositivo ottico, con una serie di parametri. Inoltre l'utente deve esser nel gruppo 'operator'. Supporto Java. Ulteriori spiegazioni al link della guida ufficiale. Risolto un problema di blocco del server scatenato dalla finestra a compara di 'new message' di Kopete con un manager composito attivato.

Risolto un problema di blocco del server X che coinvolgeva diverse generazioni del server e che si verificava con GLX disattivato. Risolto un bug che provocava la degenerazione delle decorazioni delle finestre in Compiz. ARG - Argentina. AUT - Austria. BEL - Belgium. CHE - Switzerland.

CLM - Colombia. CZE - Czech Republic. DNK - Denmark. FIN - Finland. GBR - United Kingdom. IND - India. JPN - Japan. LUX - Luxembourg. MEX - Mexico. NLD - The Netherlands. NOR - Norway. SWE - Sweden.